Una stagione all’Inferno di Arthur Rimbaud: la Scheggia nel cuore

Quinto appuntamento con:

Una stagione all’Inferno di Arthur Rimbaud: la Scheggia nel cuore

#BOOKLOVERS: i grandi classici senza tempo riletti e riscoperti.

1 febbraio 2018 17 -19

laboratorio di scrittura creativa
diretto da Andrea Galgano
partecipazione libera e gratuita

Eventbrite - LABORATORIO DI SCRITTURA CREATIVA #booklovers

 Vi aspettiamo!

VIA GIOTTO 49 – PRATO
INGRESSO LIBERO











Jean Nicolas Arthur Rimbaud (Charleville, 20 ottobre 1854 – Marsiglia, 10 novembre 1891) è stato un poeta francese. È il poeta che con Charles Baudelaire e Gérard de Nerval ha più contribuito alla trasformazione del linguaggio della poesia moderna. L’opera di Rimbaud comincia con versi legati per arrivare al verso libero e alla poesia in prosa. Ma ciò che in Baudelaire era enunciato con la compostezza degli alessandrini e trasparenti simbolismi, in Rimbaud diventa lirica che attinge alla libertà dell’immaginario, ai sensi, alla visione irreale. L’ordine sintattico ne risulta spezzato, il ritmo ricreato al di là della tradizione. In Rimbaud «lo sguardo poetico penetra attraverso una realtà coscientemente frantumata fin nel vuoto del mistero» scrive Hugo Friedrich.
Nell’aprile del 1873, all’età di 19 anni, di ritorno dall’Inghilterra, dopo i dissapori avuti con Verlaine, si ferma a Roche, nella fattoria di sua madre, dove inizia a scrivere “Une Saison en Enfer” che terminerà nell’agosto dello stesso anno. A Roche termina l’opera, che verrà stampata a Bruxelles nell’ Ottobre del 1873.