“Sabotatori”: tutto Hitchcock al freelab di Cinema e Psicoanalisi

FREELAB DI CINEMA E PSICOANALISI

I suoi film si basavano sull’emergere, dal profondo del suo animo, di misteriose immagini – immagini spesso violente , talvolta tenere. Dai suoi desideri segreti e dalla sua vivida immaginazione provenivano i germogli delle storie- a volte spaventosi ed erotici, a volte serenamente comici o di sogno. Ma le trame e i personaggi sarebbero sempre stati subordinati al potere dell’immaginazione- proprio come nei sogni la narrazione non è mai del tutto logica o chiara ed è sempre subordinata alle immagini. Analogamente, ciò che rimane dei sentimenti lasciati dai sogni, cosi come le impressioni lasciate dalle immagini di Hitchcock, è più importante di qualsiasi trama ricordata a metà.“ (Donald Spoto, 1999: p. 691). 

Il primo incontro di Cinema e Psicoanalisi – per il ciclo di Freelab del 2017 – si intitola “CON GLI OCCHI DELLO STRANIERO: SABOTATORI (1942)”. Vi aspettiamo.

coordinato da Alberto Di Matteo

LOCANDINA

lunedi 23 GENNAIO 2017 17-19

VIA GIOTTO 49 – PRATO

ISCRIVITI ONLINE INGRESSO LIBERO